News

Studio Legale Mazza > News (Page 2)

Diritti d’autore, Qualifiche professionali generiche, Consulente musicale di trasmissioni televisive, Cassazione Civile, Sezione Lavoro, Ordinanza interlocutoria n. 28928 del 18/10/2023

Qualificazione giuridica, Cass. n. 21829/01 Passim Attività funzionale alla realizzazione di uno spettacolo I lavoratori dello spettacolo appartenenti al secondo gruppo, ovvero, in base a Cass. 21829/01, lavoratori con qualifiche professionali generiche – nel caso di specie arrangiatori/consulenti musicali per alcune trasmissioni televisive – la cui attività è però funzionale alla realizzazione di uno spettacolo. La figura degli arrangiatori/consulenti musicali non rientra in alcuna di tali categorie, facendo invece parte del secondo gruppo di lavoratori dello spettacolo, come sopra detto. La norma speciale, finalizzata alla riduzione del contenzioso, evidentemente riguardante solo i lavoratori delle categorie nn.1-14, non può applicarsi oltre il suo ambito, e dunque...

Leggi di più

Industria manifatturiera italiana, Industria 5.0, Tendenze di mercato registrate dal 2022 fino ai primi mesi dell’anno in corso con previsioni sull’andamento complessivo del 2023

Automazione Industriale di fabbrica e di processo Osservatorio dell'industria italiana dell'automazione 2023 Fotografia molto positiva del settore dell’Automazione Industriale di fabbrica e di processo che ha visto nel 2022 una crescita in termini di fatturato rispetto all’anno precedente del 22%, lasciandosi alle spalle le impreviste difficoltà iniziate nel 2020” – afferma il Presidente di Anie Automazione. Superate e capitalizzate le discontinuità che hanno scosso il settore negli ultimi anni, l’industria manifatturiera italiana sta vivendo oggi l’inizio di una nuova era sollecitata anche delle indicazioni della Commissione Europea che vogliono un’evoluzione dell’ormai consolidato modello di “Industria 4.0” in direzione di una versione “5.0”. Il focus dell’Osservatorio...

Leggi di più

Proprietà Industriale, Brevetti, Marchi e Finanziamento delle Start-up

Un nuovo studio rileva che le start-up titolari di brevetti e marchi hanno 10 volte più successo nel reperire finanziamenti. La titolarità di diritti di proprietà intellettuale (PI) migliora la capacità delle start-up di raccogliere fondi, in particolare per i settori deep tech con un fabbisogno di capitale più elevato. Il settore biotecnologico è al primo posto nell’utilizzo di brevetti e marchi, con quasi la metà delle start-up del settore che mirano ad ottenere questi diritti essenziali. I numeri più elevati di start-up che presentano domande di brevetti e marchi si registrano in Austria, Svizzera, Repubblica ceca, Germania, Finlandia, Francia e Italia. Monaco di...

Leggi di più

Proprietà intellettuale, Diritto di Autore; Atto creativo, Protezione opera dell’ingegno, Tribunale di Firenze 19 maggio 2023

Art. 1 LDA e art. 2575 c.c. La disciplina d’autore non assicura la tutela alle semplici idee, informazioni, opinioni e teorie espresse nell’opera (come anche chiarito all’art. 9, comma 2 Accordo TRIPS, all’art. 2, n. 8 L. n. 633/41 e nelle DCE nn. 1991/250 e 1996/9, rispettivamente in tema di programmi per elaboratore e di banche-dati), ma soltanto alle relative forme espressive, ossia alla loro concretizzazione esterna, intesa come rappresentazione nel mondo esterno di un contenuto di idee, fatti, sensazioni, ragionamenti, sentimenti, sicché l’opera dell’ingegno è tutelata soltanto quale espressione, segno palese e concreto della creatività dell’autore, mentre pari tutela non riceve...

Leggi di più

Societario, Fusione per incorporazione, Circolazione delle azioni, Tribunale di Firenze 29 maggio 2023

Ipotesi di trasmissione delle partecipazioni per fusione In forza del principio di libera trasmissibilità delle partecipazioni, l’eventuale deroga alla libera circolazione dettata dallo statuto per le cessioni inter vivos non è estendibile analogicamente anche all’ipotesi in cui il trasferimento derivi dalla trasmissione delle partecipazioni per fusione, a seguito del passaggio delle medesime dal socio incorporato al terzo incorporante. Fonte Giurisprudenza delle Imprese Michele Greggio...

Leggi di più

Amministrativo, Beni culturali, paesaggistici e ambientali, Soprintendenza, Autorizzazione paesaggistica, Silenzio assenso, Cons. Stato, Sez. IV, 02 ottobre 2023 Sentenza n. 8610

Sull’applicabilità del silenzio assenso di cui all’art. 17-bis l. n. 241 del 1990 anche al parere reso dalla Soprintendenza La IV sezione ha evidenziato che: a) l’istituto del silenzio assenso orizzontale è applicabile anche al parere della Soprintendenza; b) il parere della Soprintendenza reso tardivamente nell’ambito di una conferenza di servizi è tamquam non esset; c) il testo della legge, specie quando formulato mediante la c.d. tecnica per fattispecie analitica, fornisce la misura della discrezionalità giudiziaria; esso, come è stato autorevolmente osservato, rappresenta il punto fermo da cui occorre muovere nell’attività interpretativa e a cui, è necessario ritornare (all’esito del combinato ricorso a tutti gli...

Leggi di più

Amministrativo, Sanità pubblica, Accreditamento, Motivazione, Procedura selettiva, Tar Napoli, sez I, 08 maggio 2023 Sentenza n. 2806

Sulla motivazione del diniego di accreditamento Poiché l’accreditamento attribuisce al suo titolare una funzione concorrenziale di plusvalore rispetto agli altri operatori privati, il diniego della relativa istanza non può essere basato solo sulla rilevata saturazione del fabbisogno, atteso che tale saturazione può dipendere da contingenze del tutto momentanee e cessare poco dopo il diniego, consentendo l’accoglimento di analoga istanza presentata successivamente da altro operatore; è pertanto necessaria una valutazione periodicamente rinnovata ed aperta alla comparazione, tra chi è già accreditato e chi aspira ad esserlo (1). Conformi: T.a.r. per la Sicilia, Catania, sez. III, n. 311/2023; Difformi: non risultano precedenti difformi. Nel caso di...

Leggi di più

Proprietà industriale, Uso del marchio, Cassazione Civile, Prima Sezione, Ordinanza n. 15903 del 06/06/2023

Art. 24 c.p.i.. Uso del marchio e Corte giust. 11 marzo 2003, Ansul, C‐40/01, par. 43 Passim L’art. 24, comma 3, c.p.i. prevede che, salvo il caso di diritti acquistati sul marchio da terzi con il deposito o con l'uso, la decadenza non può essere fatta valere qualora tra la scadenza del quinquennio di non uso e la proposizione della domanda o dell'eccezione di decadenza sia iniziato o ripreso l'«uso effettivo» del marchio. Come insegna la Corte di giustizia a proposito della decadenza del marchio per non uso, nel verificare l'«uso effettivo» del marchio (di cui all’art. 10.1 dir. 89/104/CEE) occorre prendere...

Leggi di più

Proprietà intellettuale, Diritto di Autore; Esercizio dei diritti di utilizzazione economica dell’opera cinematografica, Cassazione Civile, Prima Sezione, Ordinanza n. 14596 del 25/05/2023

Art. 45 L.d.A Passim Ribadito il seguente principio di diritto (già enunciato da Cass. n. 14117 del 2023): «In tema di proprietà intellettuale, l’art. 45 L.d.A., nel prevedere che al “produttore” spetta l'esercizio dei diritti di utilizzazione economica dell'opera cinematografica, detta una presunzione che vale fino a prova contraria, presupponendo che il “produttore” si assicuri preventivamente dagli autori (del “soggetto”, della “sceneggiatura” e della “musica”) i diritti di sfruttamento cinematografico dell’opera per tutta la durata del diritto di utilizzazione economica spettante all’autore, onde prevenire, in radice, ogni possibile controversia giuridica relativa a tali futuri diritti. Ne consegue che chi contesti al produttore cinematografico...

Leggi di più

Urbanistica e Appalto di opere pubbliche, Fase esecutiva di concessioni di lavori pubblici, Cassazione Civile, Prima Sezione, Ordinanza interlocutoria n. 8054 del 21/03/2023

Artt. 33 e 34 del d.lgs. 31 marzo 1998, n. 80, nonché dell’art. 31-bis della legge n. 109 del 1994. Materia urbanistica e appalto di opere pubbliche - Criteri distintivi - Fase esecutiva di concessioni di lavori pubblici - Richiesta di risarcimento per maggiori oneri - Giurisdizione - Individuazione. La Sezione Prima civile ha disposto, ai sensi dell’art. 374, comma 1, c.p.c., la trasmissione del ricorso al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della seguente questione relativa al riparto di giurisdizione - alla luce degli artt. 33 e 34 del d.lgs. 31 marzo 1998, n. 80, nonché dell’art. 31-bis della...

Leggi di più